domenica 19 febbraio 2012

Costa Concordia: l'incidente dell'isola del Giglio

 
Nel tema dell’incidente della Concordia di venerdì 13 gennaio ho tenuto presente l’orario delle 22.10 circa (durante l’ora di cena come riportano numerose testimonianze sarebbe avvenuto l’impatto con i scogli).

  


Nel segno della vergine – nativo del varo – troviamo la quasi congiunzione di luna e marte che descrivono una situazione di forte nervosismo e di impulsività come pure potrebbe riferire di una una confusione operativa dei soggetti coinvolti con un conseguente comportamento irrazionale.
 

Il sole radix vive l’opposizione con vesta (già Urano nel varo). L’asteroide è un importante riferimento per quello che concerne la tradizione e le ritualità; in astrologia mondiale, però finisce per avere un ruolo del mantenimento dello status quo e dello spirito associativo di una nazione. Tradotto: il destino della nave sembra essere legato, sempre nel segno dei pesci, ad una spinta potente non meglio identificata che trova una sua identità in un gruppo di “fratelli e sorelle” Che si tratti di un gruppo segreto, o di una fratellanza mistica certo non si può ammettere e ne provare. Ma di certo, si può parlare di un intervento “segreto” sul destino della nave.
Se fosse stato il tema di una persona, con una Vesta pesciolina si leggerebbe un tema psicotico, confuso, che porta alla “deriva” e confonde i piani trascendentali e fisici della persona. Questo aspetto non può essere di certo trascurato visto che potrebbe indicare un livello oscuro su tutta la faccenda. In tal caso bisognerebbe verificare la idoneità psicofisica dei soggetti coinvolti con una serie approfondita di esami tossicologici che pure il tema dei Pesci indica come possibile. Più genericamente si tratta di un aspetto che tende a stressare  una determinata situazione. 


Il tema Nettuniano era già presente nel varo come fatto assolutamente misterioso di questa vicenda con la sua opposizione a Lilith, che secondo la mia personale lettura potrebbe indicare la presenza di personaggi con intenzioni non proprio chiare. Il nettuno transito si sta approcciando all’opposizione con il sole e si congiunge per altro con venere transito nei primissimi gradi dei pesci, luogo profondo e prettamente acquatico del tema.







Un'altra opposizione tra la Vesta radix (cancerina di VIII casa che riafferma il destino occulto di questa nave) si oppone al profondo Plutone congiunto a Mercurio entrambi transit. L’asse interessato è quello di morte e rinascita come pure della creatività fisica e materiale (entrate guadagni). È evidente che lo stress di questo asse, nel tema di transito del varo, produce perdita economica, stress, e perfino la morte.  Plutone è inequivocabile e il suo messaggero, Mercurio non lascia scampo sulle notizie.
La presenza di Vesta in VIII cancerina permette di leggere l’evento come un attacco vero e proprio ad una famiglia o ad un gruppo di potere non meglio identificato ma che simbolicamente si può far risalire alla valenza della  VIII casa. Plutone nel profondo Capricorno, per quanto generazionale e spinto dal potere di Mercurio (il dispositore naturale della Vergine, segno solare del varo) produce conseguenze drammatiche. L’opposizione viene per questo potenziata a mio avviso descrivendo eventi davvero tristi. È possibile nelle prossime indagini emergano indizi più esterni che per ora non hanno avuto nessuna rilevanza. Si tratta di notizie che possono riferire di protocolli riservati su tutta la vicenda.

E significativo, poi che il segno stesso della vergine, per l’ora dell’incidente costituisca l’ascendente del tema, ascendente che accoglie nel confine con la XII marte e luna, elemento già di stress per la lettura del transito.



Il transito di Giunone sullo scorpione in quadratura con Mercurio Luna mette in tensione il clima di pace e aumenta il senso di una guerra che altrimenti non saprei definire. Questo elemento era ben presente anche nel tema del varo e non riesco a comprenderne, sinceramente la valenza visto che non si tratta appunto di una operazione di guerra ma di un trasporto della marina mercantile.

Questo aspetto è rafforzato anche dalla quadratura Sole/punto di fortuna transit con Pallade-Athena radix. I movimenti, le strategie, gli accordi, le scelte per stabilizzare una situazione che sembra essere spinta da forze irrazionali, è destinata alla sproporzione e al ribaltamento. Tanto più che Pallade Athena, che qui rappresenta la lucidità, posta in XI casa bilancina potrebbe essere oscurata dal Sole capricornino di transito.  La presenza del transito di Saturno diretto verso la XII casa nel segno dello scorpione lascia intravedere il senso fatale di questo ribaltamento (dopo un modo retrogrado Saturno entrerà nello scorpione nei primi giorni di ottobre 2012). Per altro Saturno ha un peso determinante nella faccenda essendo il maestro del mese, e quindi riconducibile ad una influenza simbolica come da tradizione. Saturno entra nelle profondità marine verso il regno degli inferi di Ade. Se il suo valore venisse confermato è probabile che in autunno emergeranno delle novità importanti su tutto il caso.




Il porto del Giglio, a poche centinaia di metri, sarà testimone della doppia natura dell’incidente: l’affondamento e il salvataggio, movimenti contrari e assolutamente presenti in questo tema. Infatti l’unica nota di merito è quella del trigono Giove venere, punto importante di fortuna e lucidità che riceve la forza di Pallade transito. Tradotto: qualcosa può essere fatto per evitare il peggio. In effetti il ritorno della nave in acque basse sarà l’evento che limiterà il sacrifico di vite umane. Forse l’unica scelta cosciente del comandante (mentre tutto il resto non si capisce proprio come sia potuto avvenire).

Costa concordia tetto con la rappresantazione geografica dei paesi europei

Un senso di sfida emerge anche da quinconce mercurio/luna radix sul passaggio sole punto di fortuna. È la fine della popolarità della nave e di un rapporto internazionale indicato anche dai nodi lunari sull’asse sagittario-gemelli qui in I-VII (e III-IX nel tema di venerdì 13). In questa sede possono per tanto osservare le attenzioni preesistenti su questa nave nel contesto internazionale per altro già evidenziata dalla sua particolare costruzione, interna ispirata proprio alla fondazione dell’Unione Europea a ai suoi iniziali tredici paesi. Ogni ponte infatti è dedicato al nome di un paese europeo.



Nell’applicazione diretta dei pianeti uraniani di Alfred Witte si trova un dettaglio interessante. Il trigono tra Poseidone (XII in scorpione) e Cronos simbolo del Governo, della gestione, del dominio posizionato in VIII casa cancerina. Si tratta di un ulteriore indizio assolutamente opinabile, anche per la sua sottile allusione esoterica, al coinvolgimento di un potere (Cronos) all’interno di un sistema familiare/dinastico ricco e influente (Cancro VIII) che si connette con la realizzazione trasmutazione alchemica di questo evento. Poseidone in scorpione XII trascende la materia, porta l’illuminazione ma porta anche alla conseguenza pratica della fine della vita fisica. Qualcosa viene riconsegnato al re dei mari, signore della vita e della morte. La verità è il mondo delle idee sono superiori al mondo fisico e alla stessa morte. Ma per fare questo è necessaria l’esperienza stessa della fine. Lo scopo è ovviamente rituale, ma di cui non ne comprendo le utilità e  ne l’origine. L’aspetto potrebbe anche descrivere un elemento manipolatorio stesso dell’evento o dei suoi stessi protagonisti. Le conseguenza di quanto detto sono ovviamente conosciute da tutti.



Nessun commento:

Posta un commento